Incanta lieve

frontAnni fa nacque il titolo, col tempo si accumularono le parole, giorni fa ecco riempirsi gli spazi tra una pagina e l’altra: ha preso forma grazie al nuovo progetto editoriale de Il Purgatorio la prima raccolta delle mie poesie.
Non che non si raccogliessero da sole, tra vecchie agende di anni saltati e bianche pagine a quadratini su schermi datati.
Non che non si raccogliessero qui.
Ma ora esistono tutte insieme, come arti di un corpo integro, e mentre attendo le copie sto qui seduta a contemplare un pancione che cresce e si muove e cambia ogni giorno: gestazioni parallele, sfasate nel tempo ma della stessa bellezza. Che non è quella dell’arte, non potrei certo dirlo io sola, di me stessa, ma della vita.

Il titolo fu suggerito da un professore delle superiori, che durante le ore dei compiti in classe anagrammava per passare il tempo i nostri nomi e cognomi, mentre la copertina è di Jimmy Rivoltella, collagista torinese con cui ho l’avventura di collaborare e cocreare.

La copia virtuale sta qui – FNZPRJ0 – mentre il cartaceo (sarò la sola che acquista questo tipo di cose) chissà? Se è vero che il tempo torna a cicli di sette, tornerà forse un locale in cui presentare un mio libro, come accadde per Valentinàcei nel 2011…

Intanto, buona attesa a me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...